martedì 24 gennaio 2012

DIY: porta candela decorato

Non so quali progetti abbiate voi per il vostro 2012,
per me il 2012 sarà l'anno della sobrietà.

Non comprerò per un anno interno libri, ma rileggerò quelli vecchi o quelli che ancora non ho letto.
Comprerò meno vestiti possibili.
Butterò quello che davvero non serve e che ho conservato dicendomi 'magari prima o poi....'.

Ho voglia di sentirmi leggera e grazie anche ad un nuovo taglio di capelli mi sento finalmente fresca.

Quindi, se già questo blog era ricettacolo di progetti riciclo da quest'anno lo sarà ancora di più.
Voglio dare nuova vita alle cose che mi circondano.


-Prendete un porta candela (il mio è di ikea, comprato anni fa e quasi mai usato)
- Prendete una candela dal colore allegro

Ecco ora decoriamo come più ci piace.

Io ho preso questo centrino già forato al centro ma si più benissimo prenderne uno normale
e poi farci un buco.
Se poi non avete una perforatrice per fare un buco alla giotto potete, dopo averlo infilato nella candela, coprire i contorni con una nastrino di stoffa o con colla vinilica e glitter.






Fatene tanti se avete in previsione una cena o uno solo da tenere sulla scrivania.
Mette allegria :)

Buona giornata!



10 commenti:

  1. Ciao cara!
    Mi piacciono i tuoi buoni propositi per il 2012. Condivido al 99%! Dico 99 e non 100 solo per quanto riguarda i libri. A casa mia c'è il culto dei libri e sono l'unica cosa su cui i miei nonni e i miei genitori fin da piccola non mi hanno mai posto limiti di spesa, anzi. Anche se sono stata per tantissimi anni un'utente assidua della biblioteca, mi è rimasta questa convinzione che i libri sono una delle poche cose per cui vale la pena spendere (e io ci aggiungo anche i viaggi...). Sì, anche se si possono prendere in prestito, sì, anche se sarebbe meglio aspettare l'edizione tascabile, sì, anche se ne hai già uno da finire sul comodino... :)
    Per il resto: sottoscrivo in pieno! Anzi, ho già iniziato nel 2011... Con il pancione i miei acquisti di vestiti si sono ridotti quasi a zero (il migliore è stato quello di due paia di jeans premaman all'inizio della gravidanza: si adattano quindi li ho portati sempre e anche adesso mentre mi va via la pancetta rimasta...) e ho rispettato il proponimento di non comprare riviste: i contenuti che mi interessano li trovo gratis su internet e con il portatile mi metto comoda sul divano come se sfogliassi la carta...
    Oggi, grazie anche alla tua ispirazione, mi dedico a mettere in ordine e sgombrare un po' il mio studio: parola d'ordine "SE NON SERVE BUTTALO!" :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La penso come te Suze, sui libri e su tutto ciò che riguarda la cultura personale non ho mai avuto restrizioni da nessuno, anzi. Ma ho preso questa decisione perchè ho davvero tanti libri qui che attendono di essere letti, tanti che ho comprato e mi hanno delusa, quindi voglio per così dire ripartire da zero.

      :) Silvia

      Elimina
  2. Rispecchi totalmente il mio pensiero: anch'io ho deciso per la sobrietà e la leggerezza. Grazie per le idee sempre adorabili che ci regali!!
    un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Silvia proprio allegro il colore di questa candela! :)
    Ciao

    RispondiElimina
  4. Credo anch'io nel riciclo e quest'ideuzza...proprio niente male! ciao lieta

    RispondiElimina
  5. Un amore questa idea..:)
    E' bello passare di qui e trovare spunti nuovi..
    Un abbraccio
    Gilda

    RispondiElimina
  6. What a wonderful idea! Waste not, want not!

    RispondiElimina
  7. ma quante idee...sforni!!!!mitica Silvia....
    Ciao Claudette

    RispondiElimina
  8. Il porta candele ce l'ho...il centrino pure!
    I buoni propositi no -.-'

    Un baciotto! ^__^

    RispondiElimina

ShareThis