sabato 12 marzo 2016

Living London | 3° month

Terzo mese a Londra.
Stessa casa, stesso lavoro
ma un nuovo piccolo traguardo in quello che è il mio percorso di crescita.
 
 
Ho trovato colleghi che sono diventati amici, complici e compagni di risate
e di giornate di lavoro inteso.
 
Prima di partire mi avevano detto tutti di non affezionarmi: agli amici, al lavoro, a nulla perché a Londra la gente va e viene e da un giorno con l'altro è possibile cambiare, partire. Senza preavviso.
 
Ma io non ne sono in grado.
C'è sempre un pezzo di cuore in tutto ciò che faccio e condivido
e nonostante tutti mi dicano che non va bene
io proprio non riesco a cambiare.
 
 
Ma la primavera sta arrivando e con sé la voglia di cambiamento.
Nuovamente.
Perché io ferma non ci so stare.
 
 
Mi sto rimboccando nuovamente le maniche perché voglio rimanere qui ancora molto
e voglio farlo nel migliore dei modi.
Voglio prendere tutto il buono che c'è e farlo mio.
Sfruttare ogni occasione, vivere ogni esperienza.
 
Londra ti mette a disposizione tante possibilità e non vanno sprecate.
Nessuno ti regala nulla ovviamente ma la gente qui è in grado di apprezzare il lavoro duro
e sono felice mai come ora di essere fuggita dall'Italia.
 
Mi manca casa, quello è ovvio
ma meglio essere felici lontani per un po'
che vicini e infelici, giusto?
 
Questo mese è stato anche il mese dei nuovi tatuaggi,
il mese frivolo del "finalmente mi sono abbonata a My Little Box UK",
il mese del "chissene frega vado a fare la manicure" pur sapendo che con il mio lavoro sarebbe durata il tempo di un caffè,
è stato il mese delle giornate da 12 h di lavoro,
delle spese pazze come comprare una bilancia a 3 sterline per mettere dei fiori e un porta toast da utilizzare come porta palette.
 
 
 
Questo terzo mese è stato mio in tutti i senti.
Ho fatto cose che avevo rimandato da tempo
e mi sono ritagliata del tempo per me, semplicemente.
 
Time spent by myself is time spent alone with my thoughts, which I relish in a world of distraction.
Being alone with your mind, however, is one of the best things for your soul.
 
Vi farà riflettere e avere voglia di staccare tutto e concentrarvi su voi stessi.
 
 


 
 
 
 
《Don’t get stuck. Move, travel, take a class, take a risk.
There is a season for wildness and a season for settledness, and this is neither.
This season is about becoming.
Don’t lose yourself at happy hour, but don’t lose yourself on the corporate ladder either.
Stop every once in a while and go out to coffee or climb in bed with your journal.
Now is your time. Walk closely with people you love.
Don’t get stuck in the past, and don’t try to fast-forward yourself into a future you haven’t yet earned. Give today all the love and intensity and courage you can,
and keep travelling honestly along life’s path 》
 

 
Grazie, come sempre del supporto.
 

4 commenti:

  1. Bello seguirti ed immaginare!
    Sei una forza!

    RispondiElimina
  2. grande Silvia! bello saperti immersa in una Londra che sta diventando tua, e in un percorso di crescita umana secondo me impagabile. go ahead! un bacione Teresa

    RispondiElimina
  3. Fai benissimo ad apprendere e assoporare tutto da quest'esperienza.... Quando cresceranno i miei figli vorrei facessero uguale... perchè un esperienza all'estero è sempre utile nella vita ti fà crescere e capire un sacco di te stessa e di quello che vuoi. Brava... ti approvo.
    p.s. cosa c'è scritto sul polso il tuo nuovo tatoo? curiosa

    RispondiElimina
  4. Well done! Un grosso abbraccio virtuale!
    Cristina
    thehouseoftheblackbirds.blogspot.it

    RispondiElimina

ShareThis